+39 02 4597757 info@dramsrl.com

LA PLASTECNICA

Produttore di sfiati e attrezzature

Stanchi di sfiati che creano scarti per problemi di deformazione, soffiature, porosità?

La Plastecnica vi presenta una gamma di sfiati molto innovativa.

Intellivent

Intellivent è stato sviluppato per essere inserito all’estremità di un tubo di teflon. La combinazione Intellivent + PTFE allunga la vita dello sfiato riducendo i costi. Intellivent funziona allo stesso modo di Smartvent. Disponibile in due diametri: 19 mm e il nuovo 40 mm presentato ad ARMO2015.

Supavent

Supavent è fatto di un polimero flessibile e resistente al calore accuratamente progettato per essere una valvola unidirezionale. Supavent permette all’aria di entrare nello stampo ma le impedisce di uscire. In questo modo si ottengono risultati migliori e più costanti. Velocizza il processo di sinterizzazione e quindi riduce i tempi ciclo. Riduce inoltre la porosità e migliora la finitura superficiale. Porta a risultati ripetibili: la sua prestazione è costante essendo un prodotto industriale e non uno sfiato fatto manualmente con cotone o paglietta.
Supavent non blocca il ritiro del pezzo, è facilmente inseribile negli attuali sistemi di pressurizzazione e rende più facile la produzione di pezzi rotazionali. Riduce la percentuale di scarto, il tempo di ciclo e i costi di ciclo produttivo. Ci si può dimenticare delle soffiature in corrispondenza delle flange e intorno agli inserti.

Supacool

Supacool è un dispositivo che spruzza acqua nebulizzata all’interno di un pezzo stampato a rotazione e in questo modo lo raffredda. Supacool è isolato termicamente, si fissa allo stampo ed è alimentato dall’aria compressa. Durante lo stazionamento nella zona di carico / scarico l’operatore lo riempie di acqua. Lo stampo e il Supacool assemblati vengono mandati in ciclo. Quando il gruppo raggiunge la zona di raffreddamento, viene attivata l’aria compressa e l’acqua nebulizzata viene immessa nello stampo. È probabile che Supacool debba essere utilizzato insieme al raffreddamento ad acqua esterno. Questa combinazione porterebbe ad una riduzione del ciclo di raffreddamento del 60%. Inoltre si può ridurre in modo significativo il problema della deformazione, soprattutto per pezzi spessi.


Supacool – state freschi!
by Rory Jones, La Plastecnica  |  da Rotoworld (march-april 2012)
Leggi l’articolo >>


Tuvent

Tuvent è fatto di un materiale flessibile e resistente al calore che si posiziona nel foro di sfiato degli stampi. Tuvent è adatto per la produzione anche di pezzi molto tecnici: pezzi con kiss-offs, doppia parete o altre aree critiche a causa delle dimensioni. Rende più veloce il processo di sinterizzazione e così riduce i tempi ciclo. Non blocca il ritiro del pezzo.
Tuvent facilita la produzione di pezzi rotazionali di piccole e medie dimensioni, riduce la percentuale di scarto, il tempo di ciclo e i costi di ciclo produttivo. Inoltre migliora la qualità, la finitura superficiale e riduce la porosità. Ci si può dimenticare delle soffiature in corrispondenza delle flange e intorno agli inserti. Porta a risultati ripetibili: come Smartvent e Supavent la sua prestazione è costante essendo un prodotto industriale e non uno sfiato fatto manualmente con cotone o paglietta.
È semplice da usare e installare ed è facilmente inseribile negli attuali sistemi di pressurizzazione. Oltre a tutto ciò Tuvent ha un’altra funzione. Se si vuole il ricambio d’aria interno allo stampo si può utilizzare Tuvent con il Technovent 19.
Lo sfiato Tuvent infatti ha un’apertura in testa, ma ha anche delle aperture laterali: il flusso attraverso il Technovent 19 entra nello stampo da queste aperture laterali e poi esce dai tagli in testa, creando un ricircolo d’aria che non solo velocizza il raffreddamento ma rende il pezzo più controllabile dimensionalmente.

Smartvent

Smartvent è particolarmente adatto per la produzione di pezzi molto tecnici: pezzi con kiss-offs, doppia parete o altre aree critiche a causa delle dimensioni. Smartvent è fatto di un materiale flessibile e resistente al calore ed è uno sfiato sostanzialmente unidirezionale che si adatta al foro di sfiato degli stampi.
Rende più veloce il processo di sinterizzazione e così riduce i tempi ciclo. Inoltre riduce la porosità e migliora la finitura superficiale. Ci si può dimenticare delle soffiature in corrispondenza delle flange e intorno agli inserti. Porta a risultati ripetibili. Come per Supavent la sua prestazione è costante essendo un prodotto industriale e non uno sfiato fatto manualmente con cotone o paglietta. Smartvent non blocca il ritiro del pezzo.
È semplice da usare e installare ed è facilmente inseribile negli attuali sistemi di pressurizzazione. Smartvent rende più facile la produzione di piccole e medie serie di pezzi rotazionali, riduce la percentuale di scarto, il tempo di ciclo e i costi di ciclo produttivo. Smartvent fornisce meno pressurizzazione di Supavent.

Technovent

Utilizzati da soli nello stampaggio rotazionale, Supavent e Tuvent hanno migliorato la regolazione della pressione e la pressurizzazione passiva degli stampi. Technovent fornisce un modo semplice per attaccare le linee di aria compressa a bassa pressione agli stampi, permettendo agli stampatori un maggior controllo. Inoltre montando sugli stampi le sonde delle termocoppie in modo efficace si ha una misurazione più accurata della temperatura interna.

Approfondimento: la misurazione della temperatura dell'aria interna

E da circa vent’anni che gli stampatori sono a conoscenza del concetto della misurazione della temperatura dell’aria all’interno dello stampo. Essi hanno adesso un’abbondante scelta di prodotti specializzati per l’industria rotazionale che facilitano la misurazione dell’aria nello stampo. Tutti questi strumenti di rilevazione della temperatura dell’aria fanno affidamento su un efficace montaggio di sensori all’interno dello stampo. Finora non ci sono soluzioni veramente soddisfacenti per il montaggio delle sonde termocoppie negli stampi. Esistono un paio di metodi: far passare un cavo termocoppia all’interno dello stampo attraverso lo sfiato, il secondo consiste nel fissare in modo permanente la termocoppia sulla parete dello stampo. Entrambi questi metodi possono creare dei problemi. Se una termocoppia passa direttamente dallo sfiato, spesso può ricoprirsi di plastica, cotone o paglietta ed è difficile assicurare lo stesso posizionamento ad ogni ciclo. Ciò influenza l’affidabilità e la comparabilità nel tempo dei risultati ottenuti da queste misurazioni della temperatura. Le termocoppie montate in modo permanente possono essere notevolmente più affidabili dei cavi introdotti attraverso gli sfiati. Di contro, una termocoppia montata in modo permanente spesso richiede al prodotto finale un buco aggiuntivo e, se la termocoppia è danneggiata, durante la produzione è necessario che lo stampo sia rimosso dalla produzione e mandato in riparazione. Technovent è in grado di fornire soluzioni ad entrambi i problemi. Usare Technovent per montare i sensori è un metodo sicuro per ottenere in modo ripetitivo la misurazione della temperatura interna. Technovent monta il sensore concentricamente all’interno di uno sfiato Supavent o Smartvent, fornisce un sistema di montaggio sicuro ed affidabile e consente allo stesso tempo di eseguire la manutenzione con facilità. Un ulteriore vantaggio del sistema di montaggio Technovent è che, la sonda termocoppia è montata all’interno dello sfiato morbido, altrimenti potrebbe aderire alla sonda e serve da protezione durante il ritiro della plastica stessa.

Technovent fornisce un metodo sicuro ed efficace per posizionare le termocoppie necessarie a rilevare la temperatura dell’aria all’interno dello stampo e per collegare le linee di pressurizzazione allo stampo. Consente allo stampatore di manovrare parametri come il momento di distacco del pezzo dallo stampo e controllare le variazioni di deformazione e ritiro.
Technovent fa in modo che sulle flange non si accumuli residui di plastica.
È stato progettato con un’impugnatura che rende facile la rimozione di Supavent e Tuvent nelle abituali condizioni di lavoro ed in molti casi ne aumenta la durata. Se viene utilizzato con Supavent e una sonda termocoppia rigida, è un rinforzo strutturale per Supavent e lo rende più utile in stampi grandi dove viene caricata una notevole quantità di polvere.
Il primo nato della gamma Technovent, il Technovent 13 ha permesso agli stampatori di sfruttare in modo attivo la pressurizzazione degli stampi, utilizzando linee d’aria compressa a bassa pressione. Il recente sviluppo del Technovent da 19 mm, usato con Supavent M19 o Tuvent B19, ha permesso di fare un passo avanti, consentendo agli stampatori di riscaldare e di raffreddare internamente i pezzi mentre si pressurizza.
Le prove effettuate hanno evidenziato i vantaggi del raffreddamento interno. Il fatto di rendere il raffreddamento più veloce si traduce nell’ottenere pezzi stampati dimensionalmente più uniformi. In altre parole, il tempo necessario per raffreddare usando il raffreddamento interno si è rivelato molto più controllabile del metodo tradizionale quindi, la ripetitività di questa parte del ciclo risulta sensibilmente migliorata. Questo è un aspetto di grande importanza per risolvere le difficoltà dei clienti legate alla non conformità del prodotto come per esempio la deformazione. Infatti, con il miglioramento della simmetricità del raffreddamento attraverso la parete dei pezzi, questi sono apparsi sostanzialmente meno deformati.


Technovent è realizzato in un acciaio inossidabile ad altissima resistenza.


Riscaldamento e raffreddamento interno nello stampaggio rotazionale?
by Rory Jones, La Plastecnica  |  da Rotoworld (september-october 2009)
Leggi l’articolo >>


Richiesta Informazioni

Consenso dei dati

13 + 1 =